Richelieu fuori tempo e fuori luogo

Agostino Pietrasanta

Senza nome

Un autorevole quotidiano ha pubblicato, giorni addietro, un editoriale tanto interessante quanto pregevole in cui si affermava la continuità della forza nazionale della Francia; in particolare veniva sottolineata la tradizione cui Macron si rifarebbe, a cominciare da Richelieu.

Al netto del mio approccio personale, molto meno autorevole e/o dei possibili fraintendimenti, rimango perplesso. Certamente è vero che una tradizione della Francia ha spesso proposto una prospettiva che la faceva guardare all’Europa con finalità di potenza interna, ma mentre Richelieu e Mazzarino (ma soprattutto il primo) così facendo, guardavano avanti, Macron, come tutti in Europa, guardano indietro e della tradizione più che interpreti sono prevalentemente succubi. Continua a leggere