Barra a destra

Domenicale Agostino Pietrasanta

Stupisce la bonaccia. Dopo la tornata elettorale con elettori di secondo grado (grandi elettori) per la designazione del Presidente della provincia, segue ancora la calma piatta di cui, sulla nostra pubblicazione, si è detto in riferimento alla situazione politica locale. Eppure i motivi per ragionarne non sarebbero mancati e, per lo schieramento di centro/sinistra, ma non solo, per preoccuparsi.

Farò richiamo per introdurre, due brevi considerazioni tra le tante che si potrebbero proporre. Continua a leggere

Annunci

Osservazioni su un triangolo industriale

Angelo Marinoni

Risultati immagini

È stata, nel silenzio generale, approvata la realizzazione della “gronda di Ponente”, nuova infrastruttura autostradale che andrà ad insistere in una delle zone di recupero urbanistico più difficili d’Europa.

La splendida città di Genova è stata una delle città più malamente sfruttate e devastate dal maldestro sviluppo industriale italiano del secondo Novecento che ne ha rapito la bellezza, devastato le forme, avvelenato l’aria e lasciato cicatrici profonde senza lasciare la ricchezza promessa o quell’influenza economica che è stata l’obiettivo dell’industrializzazione forzata di quei perniciosi anni Sessanta. Continua a leggere

Se ci sei batti un colpo!

Domenicale Agostino Pietrasanta

cr

Ho ascoltato, giovedì scorso, alla “Taglieria del pelo” ed a “Cultura e Sviluppo” due dibattiti, sostenuti rispettivamente da Rocchino Muliere, candidato alla presidenza dell’Amministrazione provinciale e da Gian Franco Cuttica di Revigliasco, sindaco pressoché neo/eletto di Alessandria. Premetto che si tratta di due personaggi che stimo sia personalmente sia per il ruolo che ricoprono e per la indubbia correttezza dimostrata nei rapporti istituzionali. E tuttavia il complesso dei ragionamenti posti in essere, mi ha lasciato alquanto perplesso, indipendentemente dalla posizione e dagli intendimenti dei protagonisti. Continua a leggere

Elogio della Val Borbera

Elvio Bombonato

Immagine correlata

Nella mia ricerca dell’Italia che non c’è più o che va scomparendo, non poteva mancare il convinto elogio della Val Borbera e dei suoi abitanti.

A un’ora di auto da Alessandria (prima di Serravalle si prenda l’autostrada uscendo a Vignole: pedaggio 40 cent), oppure utilizzando le efficienti Autolinee Val Borbera linea Cabella-Novi, esiste un paradiso incontaminato: la Val Borbera, col torrente omonimo di 38 km, celebre per le “Strette”: 10 km di gola a picco (una forra pascoliana profonda 100 metri), con anse e meandri, dove si fa il bagno, siccità permettendo. Continua a leggere

Inventario, quasi sorprendente, di una nostra eccellenza Una provincia piena di musica

Nuccio Lodato

Sarà l’ orchestra del teatro Regio di Torino ad inaugurare il Festival Perosiano “Perosi 60”

Se ci guardiamo attorno, effettivamente, alla prima impressione sembrerebbe che non ci sia molto da stare allegri: i nostri capoluoghi territoriali -per non dire dei piccoli centri, che in certe ore della giornata parrebbero spopolati, e in altre mutati in case di riposo a cielo aperto- sembrano demotivati, disillusi, scettici: pare che la gente abbia perso, con le aspettative individuali e collettive, un po’ persino la voglia di stare al mondo e di godersi il dono dell’esistenza. Continua a leggere

La pagella “QV”

Dario Fornaro

0xg7grua1084-u10101575689345heg-252x205-kkjb-u10602743969307q7b-700x394lastampa-it

Come ad ogni inizio di dicembre il quotidiano economico  “24 Ore” mette a classifica le province italiane in base all’indice sintetico della “Qualità della Vita” – abbreviamo in “QV”- che designa la scala dei vantaggi/svantaggi dei quali godrebbero i residenti (persone fisiche o giuridiche) nelle varie zone amministrative (da ultimo 110) testé sfuggite, tra l’altro, alla decapitazione referendaria. Continua a leggere

Diventiamo grandi?

Angelo Marinoni

ALRecentemente sono stati resi noti interessanti dati e deduzioni della TRT S.r.l., società di consulenza incaricata dal Comune di Alessandria circa un’analisi dello status quo in ambito mobilità e trasporti e la redazione di una linea guida per un progetto di mobilità sostenibile del capoluogo.

Non si può fare un commento di un lavoro così complesso in un articolo generalista, ma si può fare qualche osservazione circa l’iniziativa e in particolare circa il da farsi. Continua a leggere