Un critico amico di Alessandria, a quattordici anni dalla scomparsa. Lo sguardo polivalente di Alberto Farassino

Nuccio Lodato

Risultati immagini per alberto farassino

Il mondo della critica cinematografica italiana, che non fruisce di una memoria più lunga di quanto non ne metta purtroppo in luce, più in generale, il nostro paese nel suo insieme, tende un po’ a dimenticarsi, tra mille altre cose, anche dell’importanza del contributo offerto dal “colletivo Cinegramma” tra la fine degli anni Sessanta e l’inizio dei Settanta. Lo ha descritto bene uno dei suoi quattro antichi componenti, il mio compagno di università Tatti Sanguineti, intervistato da Anna Bandettini per “la Repubblica” il 3 marzo 2004, a un anno esatto dalla scomparsa di Alberto Farassino, in occasione dell’uscita dei suoi postumi Scritti strabici da lui curato Continua a leggere

Annunci

I soprassalti della critica [seconda puntata…]. Inverni dello scontento e “responsabilità del critico”

Nuccio Lodato

oc

[Avevo minacciato, una decina di giorni fa, un altro paio di interventi sul tema e, non curante delle ben giustificate reazioni di raccapriccio di chi legga, non avrei la ben che minima intenzione di deflettere. Beccatevi intanto la seconda puntata].

1. In un intervento di un paio di anni fa sulla (bella) rivista ufficiale del Sindacato Nazionale dei critici di cinema , appunto…-«Cinecritica» ([1]), un eternamente giovane collega che va per la maggiore, Giona Nazzaro, accusava sostanzialmente la critica nostrana nel suo complesso di non battersi a sufficienza a favore di un “giovane cinema italiano” in sé assai valido e innovatore, che peraltro lo spettatore comune non riesce a vedere per le ben note strozzature del sistema. Continua a leggere

I soprassalti della critica [prima puntata…]

Nuccio Lodato

cinL’inutile e insana passione che nutro -fin da quando al liceo l’insegnante di greco ci parlava di Aristarco di Samotracia, quella di italiano di “Aristarco Scannabue”/Baretti, mentre cominciavo a leggere il «Cinema Nuovo» di Guido Aristarco…- per la critica (letteraria e artistica, musicale e teatrale, e persino cinematografica…) la sua storia e il suo lavoro passato, presente e futuro, è stata recentemente riacutizzata da clamorose letture: l’incredibile ridda di pareri distruttivi e apologetici contrapposti, che ha contrassegnato le recensioni alla nuova edizione delle Nozze di Figaro mozartiane in scena alla Scala dal 26 ottobre al  27 novembre. Continua a leggere

Il Paradise Regained di Gian Luigi Rondi

Nuccio Lodato

ronDovrebbe risultare pacifico per qualsivoglia essere umano degno di essere venuto al mondo e di starci, che degli scomparsi – tranne estreme eccezioni – sia insieme spontaneo e doveroso non dire che bene. Personalmente -pur da tifoso milanista autosospeso, con Giovanna Grignaffini, da quel lontano marzo 1994 fino al provvido se pur allucinante arrivo anche qui dei cinesi…- temo che finirò per farlo persino per Silvio Berlusconi, se ci sarò ancora quel remotissimo giorno in cui saluterà. Continua a leggere

L’eredità di Lorenzo Pellizzari

Nuccio Lodato

lopIl critico cinematografico e storico del cinema Lorenzo Pellizzari è mancato ieri, a 78 anni, presso l’hospice del Pio Alberto Trivulzio di Milano, dove era ricoverato da alcuni giorni, al termine di una degenza ospedaliera al Fatebenefratelli conseguente a una lunga malattia.

Nato a Milano, dove ha sempre risieduto nella stessa casa natale in Città Studi,  Lorenzo aveva cominciato a occuparsi di cinema negli anni universitari, dirigendo con altri il Centro Universitario Cinematografico della Statale cittadina, e abbandonando successivamente gli studi di economia per diventare redattore del bimestrale “Cinema Nuovo” diretto da Guido Aristarco, che ha sempre considerato il proprio maestro, anche dopo le divergenze sopravvenute. Continua a leggere