Come un fiume carsico

Carlo Baviera

dims.jpg

Le vicende politiche degli ultimi mesi: referendum costituzionale, crisi di Governo, dimissioni di Renzi da Segretario del PD, scissione di parte delle sinistre piddine e nascita di nuovi movimenti-partiti progressisti, hanno ridato fiato a identità, slogan, e spirito di sinistra. Gli urrà e/o le critiche sono tutte rivolte a questa voglia di “tornare” alle certezze di chi si batte per il popolo, i lavoratori, e gli esclusi; e di farlo in modo chiaro.

Lascio da parte questi aspetti per addentrarmi in un altro settore, perché anche nel cosiddetto cattolicesimo politico è ripreso il dibattito (e a volte nuova speranza e protagonismo) proprio a seguito delle vicende surrichiamate, anche a seguito di quella che si prospettava come nuova legge elettorale (non sappiamo ancora quale e come potrà essere dopo l’ultimo scivolone). Continua a leggere

Ricomporre il puzzle

Il punto  Carlo Baviera

Risultati immagini per en marche

Da tempo sarebbe utile cercare di ricomporre il puzzle dei partiti (e la cosa vale anche a destra) per evitare la continua nascita e morte di movimenti nuovi, la costituzione di cartelli elettorali che si sciolgono dopo le elezioni. E il tutto al netto della novità Macron/En Marche, nuova tentazione per le sponde nostrane. Continua a leggere

La laicità del cattolicesimo democratico

Domenicale Agostino Pietrasanta

sturzo_moro_mattarella

Tutti i significativi contributi ideali, ed anche quelli di cultura politica, hanno sempre un loro precipitato storico e propongono in genere una loro coniugazione diversa, in tempi diversi. Mi è capitato in almeno tre occasioni, e negli ultimi mesi, di confrontarmi con personaggi presenti nella vita pubblica di ieri e di oggi, e tuttavia non protagonisti perché dimessi e cauti, ben attenti a non cavalcare le pericolose derive delle reazioni urlate alle difficoltà, purtroppo reali del tempo che ci è dato di vivere. Continua a leggere

Grazie Tina!

ti

Pierluigi Castagnetti (*)

La morte di Tina Anselmi era attesa, ma addolora molto ugualmente. È come la scomparsa di un genitore verso cui senti il debito di una vita; lei, in effetti, era madre, una delle più amate Madri della Repubblica. Ero andata a trovarla un anno fa, ma già si percepiva una distanza, un’assenza, come se ormai avesse deciso di vivere appartata, dentro un suo percorso, che era solo suo, verso l’approdo ora raggiunto. Continua a leggere

Aldo Moro, istanze di cattolicesimo democratico. (Il centenario della nascita)

Agostino Pietrasanta

moro

Confesso di aver esitato parecchio prima di intervenire, anche perché di Aldo Moro ho praticato meno letture che non di altri cospicui personaggi del cattolicesimo politico del secondo dopo/guerra, a cominciare da De Gasperi, Dossetti e La Pira; ma soprattutto per il prevalente interesse della vulgata corrente alla tragica vicenda della sua prigionia e della sua morte per la mano delle Brigate Rosse nel maggio del 1978. Continua a leggere

Guado senza fine del Partito Democratico

Agostino Pietrasanta

mat

Alcune debolezze e contraddizioni del Partito Democratico (P.D.) sono evidenti a prima lettura o, come si dice “ictu oculi” (a colpo d’occhio); non sono necessari specifici approfondimenti. Al suo interno è diviso su tutto o quasi, sulla sinistra soffre di una concorrenza che non ha possibilità di imporsi con autonomia, ma ne ha molte per indebolire la sinistra a mio avviso, unica possibile. Una forza popolare come il socialismo si è, almeno in parte, accomodata nel centro/destra con la benedizione, oggi rimossa dalla scena politica, di Silvio Berlusconi; il cattolicesimo democratico che, nella sua cultura, aveva i semi di un riformismo progressivo, non è riuscito a guidare l’elettorato di centro alla casa della nuova sinistra democratica, auspice un po’ le vittorie trapassate del cavaliere, un po’ le indebite ingerenze di alcuni vertici ecclesiastici (la Chiesa è altra cosa). Continua a leggere

Presentazione del libro di Vannino Chiti “Vicini e lontani. L’incontro tra laici e cattolici nella parabola del riformismo italiano”


chiti

Venerdì 16 settembre Ore 17,30
Boscomarengo – Complesso Monumentale di Santa Croce

Presentazione del libro

Vicini e lontani. L’incontro tra laici e cattolici
nella parabola del riformismo italiano” (ed. Donzelli)

Ne parla con l’autore
Sen. Vannino Chiti
già Ministro e Vicepresidente del Senato

il Prof. Agostino Pietrasanta
di “Appunti Alessandrini

Introduce il Sen. Daniele Borioli

Nell’occasione, dalle ore 17 sarà possibile visitare il Complesso Monumentale e il Ciclo vasariano