Marco Ciani per il futuro della CISL e dei lavoratori delle nostre province

Daniele Malucelli

Marco(Marco Ciani, componente lo staff di Appunti Alessandrini è stato eletto ieri segretario generale della CISL per le province di Alessandria/Asti. Gli formuliamo le più vive felicitazioni e gli auguriamo un lavoro di servizio rilevante e positivo per il bene comune. Redazione Ap).

Marco Ciani è, da ieri,il nuovo Segretario Generale della CISL di Alessandria-Asti. E’ una buona notizia,  certamente per la CISL territoriale, ma non solo. A livello interno è il segno che la CISL di Alessandria-Asti ha nel proprio “patrimonio”risorse umane che consentono ricambio generazionale e innovazione. Ed ha efficaci anticorpi a veleni e veline che spesso tornano alla ribalta proprio nei momenti che accompagnano il cambio della dirigenza. Continua a leggere

Annunci

Osservazioni su un triangolo industriale

Angelo Marinoni

Risultati immagini

È stata, nel silenzio generale, approvata la realizzazione della “gronda di Ponente”, nuova infrastruttura autostradale che andrà ad insistere in una delle zone di recupero urbanistico più difficili d’Europa.

La splendida città di Genova è stata una delle città più malamente sfruttate e devastate dal maldestro sviluppo industriale italiano del secondo Novecento che ne ha rapito la bellezza, devastato le forme, avvelenato l’aria e lasciato cicatrici profonde senza lasciare la ricchezza promessa o quell’influenza economica che è stata l’obiettivo dell’industrializzazione forzata di quei perniciosi anni Sessanta. Continua a leggere

Essere Capitale della Cultura

Qui Monferrato  Carlo Baviera

Risultati immagini per casale monferrato

1. Dalla Primavera fino ad inizio Autunno anche in Monferrato vi è un susseguirsi di feste, di iniziative folkloristiche, di fiere, di proposte turistiche e culturali, di passeggiate serali alla riscoperta di storia e opere d’arte, di concerti, di stagioni danzanti.

In questo frastuono, e (riconosciamolo) anche per una meritata capacità di sfruttare il momento, il Comune di Casale Monferrato ha deciso di proporsi come Capitale Italiana della Cultura per il 2020. Nonostante le difficoltà e il titolo ottenuto da città più importanti (da Ravenna a Mantova a Palermo per citarne tre). Continua a leggere

Immobile mobilità

Angelo Marinoni

Risultati immagini per amag mobilità

“Settembre il mese del ripensamento sugli anni e sull’età” recitava Francesco Guccini nella canzone dei dodici mesi e questo settembre 2017 dovrebbe essere mese di ripensamento per la classe dirigente piemontese, comunale e regionale: non si pretende nessuna introspezione, ma solamente la redazione di un bilancio sull’operato dell’ultimo anno e una serie di propositi per lo scampolo di anno in corso e per quello che verrà. Continua a leggere

ARAL, ATTO III (e seguiti)

Qui Alessandria  Dario Fornaro

Risultati immagini per aral alessandria

La vicenda della Soc. ARAL è prossima a compiere il secondo mese di vita movimentata. Deflagrata  – a pochi giorni dalla conclusione della campagna elettorale comunale – con la notizia del  suo coinvolgimento nella vasta indagine della Procura di Brescia sul traffico interregionale di rifiuti urbani da avviare allo smaltimento finale. Continua a leggere

Inventario, quasi sorprendente, di una nostra eccellenza Una provincia piena di musica

Nuccio Lodato

Sarà l’ orchestra del teatro Regio di Torino ad inaugurare il Festival Perosiano “Perosi 60”

Se ci guardiamo attorno, effettivamente, alla prima impressione sembrerebbe che non ci sia molto da stare allegri: i nostri capoluoghi territoriali -per non dire dei piccoli centri, che in certe ore della giornata parrebbero spopolati, e in altre mutati in case di riposo a cielo aperto- sembrano demotivati, disillusi, scettici: pare che la gente abbia perso, con le aspettative individuali e collettive, un po’ persino la voglia di stare al mondo e di godersi il dono dell’esistenza. Continua a leggere

Il polpettone avvelenato

Qui Alessandria  Dario Fornaro

Passano due settimane dalla conclusione del “festino elettorale” e mentre si stanno sparecchiando i tavoli compare in bella vista un robusto polpettone che i gourmet classificano subito come “pasticcio Aral”.

Polpettone e non classica “polpetta avvelenata” perché fortuna o discrezione hanno voluto che il piatto venisse servito a vicenda elettorale finita e acquisita e non durante la precedente campagna. Le polpette determinano – o possono determinare gli eventi, dipende se si addentano o no – mentre i polpettoni  raccolgono e impastano, con i gusti della polemica più accesa, le conseguenze e i seguiti pubblici di eventi già determinati secondo logiche e in ambienti non culinari. Fine della digressione sui triti di carne. Continua a leggere