Il pianto di Gesù su Gerusalemme

Domenicale Agostino Pietrasanta

Risultati immagini per muro del pianto

Gesù, a testimonianza dell’Evangelo, pianse due volte: una volta davanti al sepolcro di Lazzaro ed un’altra osservando Gerusalemme e preveggendo le sue traversie e distruzioni. Mi è successo, richiamando alla memoria questi due episodi, in modalità pressoché naturale, di accostarli al tono con cui Francesco ha proposto “accorato appello” alla Comunità internazionale di rispettare lo Status quo della città santa “luogo” delle grandi religioni monoteiste. Certo, nulla di nuovo; si tratta della posizione ormai tradizionale della S. Sede, ma il tono del Papa è stato di una tale ed emotiva pregnanza da richiamare la voce del pianto. Continua a leggere

Annunci

Luigi Sturzo, santo per la politica

Agostino Pietrasanta

Risultati immagini per luigi sturzo

Rispetto e seguo con interesse alcune delle cause per la canonizzazione di chi ci ha preceduto nel segno della fede e della vita cristiana, ma non mi entusiasmano le inflazioni. Tuttavia constato con soddisfazione che si è concluso a Roma, l’iter processuale diocesano che ha riconosciuto l’eroicità delle virtù praticate da Luigi Sturzo; penso che per la politica ed i politici sia urgente una protezione anche nazionale, oltre quella particolarmente cospicua di Tommaso Moro. Continua a leggere

Dio e le differenze di genere

Mauro Fornaro

Risultati immagini per god male female

Non c’è da stupirsi se la terrestre questione delle differenze, reali o presunte, tra donne e uomini sia arrivata alle soglie delle sfere celesti: di che genere è Dio? Più esattamente, perché il Dio ebraico-cristiano è padre e dunque presumibilmente maschio, come nelle splendide raffigurazioni della Cappella Sistina? Continua a leggere

Spurio accordo contro Francesco

Domenicale Agostino Pietrasanta

Immagine correlata

I miei rari, ma attenti lettori, si sono accorti che situazioni, eventi e vicende di oggi, mi richiamano spesso alla memoria esperienze della mia età fanciullesca. Preciserò che, bambino, a cavallo tra gli anni quaranta e cinquanta del secolo scorso, facevo, nel natio paese e come l’80% dei miei coetanei, il chierichetto. Mi capitava così di servir Messa, la domenica, nella Chiesa di una confraternita; si trattava di Messa letta o, come si diceva, “bassa” per distinguerla da Messa cantata, ossia “alta”. Continua a leggere

Giorgio La Pira, utopia politica dell’Evangelo

Agostino Pietrasanta

Immagine correlata

(Domenica scorsa, qualcuno ha ricordato il quarantesimo anniversario della morte di Giorgio La Pira (5 novembre 1977); con l’occasione si è conclusa la fase diocesana della causa di canonizzazione ed è stata consegnata la “positio” alla Congregazione per le cause dei santi. Si spera che presto, anche i politici italiani abbiano un loro protettore nazionale. Per ora devono ricorrere a Tommaso Moro che certamente non stona. Ap.)

Nell’estate del 1945, a due mesi dalla fine del conflitto mondiale, Giorgio La Pira raccoglieva alcuni suoi scritti sotto il titolo “La nostra vocazione sociale”; in uno di essi si delineano le ragioni di una scelta e di una presenza. Continua a leggere

Meritocrazia, deviazione del merito

Domenicale Agostino Pietrasanta

Immagine correlata

Nel suo messaggio ai delegati della settimana sociale, tenutasi a Cagliari dal 26 al 29 ottobre, papa Francesco ha parlato, e giustamente, di una malattia gravissima, la meritocrazia. Ribadisco che si tratta di un’ indicazione non solo condivisibile, ma ampiamente condivisa dalla linea della nostra pubblicazione che del merito fa una questione di significativa rilevanza. La meritocrazia costituisce una vera e propria deviazione perché anziché fare del merito uno strumento di crescita per il bene comune, ne usa surrettiziamente per competizione esclusiva anziché per servizio di solidarietà. Continua a leggere

Mai senza i volti e le storie (impressioni a caldo dalla Settimana Sociale)

Roberto Massaro

Dell’ultima Settimana Sociale, svoltasi a Cagliari dal 26 al 29 Ottobre, molte cose sono già state scritte su questo blog dall’amico Carlo Baviera. Tenterò quindi di comunicarvi la lettura di questo evento ecclesiale “visto da dentro”, dalla parte di chi vi ha partecipato direttamente. Innanzitutto qualche dato. Continua a leggere