La politica come orientamento al Bene Comune

Qui Alessandria  Dario Fornaro

pgE così anche il “quartetto magico” si è ricomposto nell’orizzonte ultramondano dell’affettuoso  ricordo. Piero Genovese, scomparso in questi giorni, ha raggiunto Riccardo Coppo, Paolo Ferraris, e Riccardo Triglia coi quali ha contrassegnato una lunga – e ormai possiamo dire irripetibile – stagione di comune impegno politico ispirato, nella dimensione vivificante delle comunità locali, ai modi e al valori dei cattolici democratici d’alto lignaggio.

Ora, anche per  Genovese l’afflato biografico degli amici potrà, come già per i “colleghi” che lo hanno preceduto, ricostruire e documentare i percorsi e le tracce che da Valenza, via Alessandria, lo hanno condotto alle alte responsabilità regionali, percorsi forse un po’ offuscati dagli ultimi anni di vita ritirata per la salute claudicante.

Tra i vari elementi che torneranno  ad emergere – importanti o meno, ma tutti significativi – due mi pare di poterne già ricordare, che lo accomunano non a caso ai tre casalesi sopra ricordati. Anzitutto l’orientamento, affinato in tanti anni di giovanile militanza cattolica, al “bene comune” nell’azione politica, perno di ogni apertura alla dimensione sociale e del quale da diverso tempo si è perso per strada lo sprone.

In secondo luogo, ma non secondario, l’attitudine sempre rinnovata ad approfondire numeri e connotati dei diversi ambiti socio-economici affrontati, e relative problematiche, per dare basi attendibili alle valutazioni e alle proposte elaborare per il dibattito politico in corso. In tal senso, protagonisti, tutti i “nostri”, dell’età e dell’etica della Programmazione Economica ai vari livelli e del varo delle Regioni nell’ultimo scorcio del secolo scorso.

Tra le molte cose rinviate a più idonei approfondimenti, rimane da evidenziare  il tratto gentile e la “buona educazione” di Piero Genovese nei rapporti interpersonali, così come nelle occasioni pubbliche, con la vis polemica (controfaccia della passione politica) tenuta serenamente a freno.

Ovviamente chiunque abbia conosciuto l’Amico scomparso non può supporre che qui vengano richiamate piccole virtù di gozzaniana memoria quanto, invece, l’auspicio complessivo che la rifondazione dell’attuale, insopportabile stridore politico passi anche per la rivalutazione dei “modi” di porsi di chi ha ben meritato in anni non poi lontanissimi, ma come sempre accesi.

Annunci

2 thoughts on “La politica come orientamento al Bene Comune

  1. Grazie Dario, di questo ricordo puntuale dell’amico Piero. Ne emergono le cose essenziali; altri diranno di ulteriori elementi qualificanti dell’impegno pubblico del “nostro”. Il quale, oltre all’impegno pubblico, ha sempre tenuto un rapporto di rispetto con tutti gli amici, e con tutti gli amici è sempre rimasto legato anche negli anni “del deserto” impostogli dalla salute. Desidero segnalare, invece anche ai fini della necessità di , che nell’ultimo incontro avuto con lui, Piero mi parlò della volontà di consegnare i Verbali delle riunioni del Comitato Provinciale DC per gli usi storici e di mantenimento della memoria. E’ importante che ci si adoperi per non perdere materiale prezioso.

  2. Pingback: La politica come orientamento al Bene Comune, di Dario Fornaro | Alessandria today

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...