PD, bisticciare è sempre meglio

Domenicale Agostino Pietrasanta

briroI giochi, in vista delle elezioni amministrative del prossimo anno, sono evidentemente aperti e contestualmente o conseguentemente si acutizzano le ricorrenti conflittualità interne al PD. Cosa del tutto fisiologica per due motivi: intanto perché il confronto e la dialettica costituiscono il condimento della politica e poi perché (ma qui il condimento potrebbe risultare acido) costituiscono elementi fondativi della sinistra riformista e radicale il bisticcio e le divisioni al loro interno. Bisticciare brandendo una bandiera tra l’ideale e l’ideologico è sempre meglio; spesso succede anche che le ragioni siano anche meno nobili.

Ora è ben noto che in città governa una giunta di sinistra/centro che ha dovuto affrontare un’eredità lasciata dai precedenti amministratori, convinti anche dopo i disastri provocati, di essere stati interpreti di un progetto di città dalle magnifiche sorti e progressive. Preso atto della realtà, dichiarato l’inevitabile (l’amico Fabbio mi scuserà, ma io testardamente continuo a pensarla così) dissesto, la giunta Rossa non ha proposto particolari “scintille” di successo, ma non ha neppure, almeno a mio avviso, demeritato su tutta la linea. La città sta come può, più male che bene, ma date le premesse anche l’amministrazione poteva ben poco.

In ogni caso, indipendentemente dai giudizi che si possono esprimere sull’operato della giunta, non si ha notizia di un particolare sostegno della segreteria cittadina del PD alla amministrazione del suo stesso colore. Qualche iniziativa c’è stata, ma del tutto autonoma di singoli amministratori o segretari di sezione; anzi il silenzio della segreteria cittadina, tanto imbarazzante quanto assordante si è manifestato in alcuni casi ed eventi di discreta rilevanza pubblica.

In questo contesto, non diciamo per questo motivo, è maturata la decisione di ben cinque membri della segreteria cittadina di dimettersi (e tra loro tre consiglieri comunali), motivando con lettera indirizzata al segretario, il quale, non si sa perché (ma forse qualcuno più esperto di me il perché l’ha capito) ha girato la lettera agli organi d’informazione locale. Questi ultimi, loro dovere, hanno informato gli affezionati lettori, ma soprattutto si sono buttati sul “boccone prelibato” con la forza dei commenti che fanno riscontro di cassetta. Come vedete, tutte cose che possono succedere a tutti i media, non esclusi i migliori, ormai condizionati dai (o omologati ai) confronti o dagli scontri di carattere calcistico che impazzano sui social network.

Insomma una frattura tra segreteria cittadina PD ed amministrazione sostenuta da una maggioranza soprattutto PD.

Qualcuno potrebbe pensare che la posta in gioco sia la prossima ed ormai imminente decisione circa la candidatura a sindaco per le elezioni del 2017. Qui però si pone un quesito: c’è in carica un sindaco che sta concludendo la prima legislatura e la via maestra prevista all’interno delle regole del partito sarebbe quella della ricandidatura. Resta vero che c’è il percorso alternativo di ricorrere alle primarie purché firmino la richiesta non meno del 15% degli iscritti al partito, ma si tratterebbe comunque di un implicito giudizio almeno problematico sull’operato del sindaco da parte del suo stesso gruppo politico. Per carità in politica tutto è possibile e persino fisiologico, ma non sempre opportuno. Se non altro per il consenso elettorale il quale, alla vigilia delle elezioni, dovrebbe avere il suo peso. Ma, per l’appunto, bisticciare nel PD e nella sinistra in genere, è del tutto normale; ed io come potenziale, anzi probabile elettore della parte in discussione ne provo qualche fastidio.

Annunci

3 thoughts on “PD, bisticciare è sempre meglio

  1. Articolo molto lucido ed equilibrato. Speriamo lo legga chi, a mio avviso, ne ha un disperato bisogno e non solo chi è concorde a questa impostazione.

    • Prendo atto; ma sarei curioso di sapere chi sono questi altri; sarebbe interessante anche per meglio chiarire i giochi ed i protagonisti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...