Addio Monti

Dario Fornaro

scelta-civica-di-mario-monti-prossima-a-estinzione

Battuta vecchia, da arrossire. Anche se oggi va letta come “addio Scelta Civica”, e neppure questa profuma di nuovo. Battute a parte, è semplicemente da constatare che, come si dice in linguaggio figurato, Scelta Civica (una neo-formazione politica che d’un balzo  arrivò a sfiorare il 10% del parco elettorale, per precipitare con ritmo eguale e contrario a mini-percentuali) non arriverà a “mangiare l’anguria di Ferragosto”. Si stanno definitivamente, quanto mestamente, sfaldando gli eroici tentativi di mantenere in vita, sul territorio, una qualche gestione ereditaria del “tesoretto politico” residuale, in vista di una improbabile reviviscenza o di un “innesto”, ragionato e trasparente, delle pattuglie rimaste (e disperse) in altre formazioni politiche dotate di maggior lena e/o presenza organizzata.

Un ammaina bandiera alla chetichella, dopo di che quattro anni di avventura montiana e post-montiana saranno preda unica degli storici della politica italiana che cercheranno di spiegare il fenomeno: non nuovo nella sua transeunte effervescenza, ma inedito nella sua rastremata parabola. Non penso minimamente, ci mancherebbe, di infilarmi nella pattuglia degli storici, ma ritengo che l’avventura montiana – dal governo Monti-Napolitano, al lancio di Scelta Civica e alle diaspore successive – non meriti di essere semplicemente archiviata col dispetto, prima, e l’irrisione poi, che l’hanno tenuta a balia dopo l’iniziale apertura di credito, sia pure in regime di sorpresa e necessità,  di una quota non indifferente dell’opinione pubblica e del quadro politico.

A parte il discorso – tenuto sempre in caldo senza essere mai spavaldamente servito in tavola – della riaggregazione del mitico Polo Centrista, al quale si disse che Monti & C. prestassero orecchio, Monti e Scelta Civica andrebbero ricordati almeno per un paio di altri aspetti (per gli “errori” si rimanda al fascicolo specialistico di una certa mole). L’aver inopinatamente richiamato alla simpatia politica militante ceti economico-imprenditoriali che  normalmente si comportavano, nel foro esterno, da osservatori distaccati. L’aver inoltre rappresentato, a livello governativo e parlamentare, l’ultimo interlocutore non bifronte, e ad un tempo non pedissequo, della Comunità europea in campo economico-finanziario e in ottica di globalizzazione. Per molti un risvolto negativo, una prova a carico, ma se guardiamo al panorama odierno, siamo in grado di valutare il successivo percorso dell’anti-europeismo – più o meno motivato, più o meno viscerale – negli schieramenti della politica italiana. Siamo grati a quanti ci rassicurano in questi giorni sulla tenuta del Sistema Italia, ma se gli eventi dovessero incontrare un nuovo clima temporalesco, la carenza di interlocutori  credibili, all’altezza dei problemi (di quelli estrosi ne abbiamo) presso le cancellerie europee farebbe la differenza coi tempi di Monti.

Scelta Civica, a sua volta, è partita d’improvviso, col favore del vento politico ma con il piombo nelle ali: non un movimento-partito carismatico – tale non poteva essere Monti – non una neo-formazione con impegni di faticoso radicamento sul territorio; e quando dico faticoso alludo all’esperienza di chi, nuovo arrivato sulla scena politica, deve conciliare le nuove  adesioni con le nuove attese di ruolo, in una fantasia da “todos caballeros”.

Dunque, fine di un ciclo che ciascuno incasellerà come meglio crede.

Nessun monumento frattanto a Mario Monti: troppo presto, troppo controverso! Vivo e vegeto il senatore persiste nel deludere il grillesco “rigor mortis”. Ciò che ci consente di dire, con qualche realismo, che se ci fosse stato ancora lui nel Quadrato Ufficiali della nave-Italia, con una semplice occhiata, neanche un sommesso invito al “siamo seri”, avrebbe spento sul nascere ogni candidatura di Roma alle Olimpiadi del 2024.E invece no:  grande Paese, grandi avventure.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...