Cattolici in politica e la difficile collocazione europea

Marco Ciani

adsAlcuni giorni fa Carlo Baviera in “Moriremo socialdemocratici (o invece riformisti)?” ha riaperto su Ap la vexata quaestio della collocazione europea del PD. E’ un tema opportuno dopo le dichiarazioni di Renzi che lasciano intendere un’aggregazione organica dei democratici al PSE.

L’intervento dell’amico Baviera mi ha fatto perciò tornare in mente una lettera che inviai nel 1998 al segretario del PPI provinciale, partito al quale ero all’epoca iscritto. Per inciso, ero anche segretario di sezione del mio comune. Forza Italia stava aderendo al Gruppo del PPE e, di lì a pochi mesi, sarebbe sorta la Margherita, collocandosi al di fuori dei popolari europei. Cosa che in noi democristiani, tra i fondatori di tale formazione, non poteva che suscitare qualche rimpianto.

La tesi espressa nell’epistola era più o meno la seguente: con l’ingresso di FI nel gruppo popolare e lo schieramento a sinistra del PPI, a tempo data il nostro partito entrerà nell’orbita del socialismo europeo nel quale finirà per disciogliersi.

Ora quella prospettiva si avvicina inesorabilmente. Lo dico non per il gusto di avere ragione, che sarebbe una sciocchezza. Ma per il fatto che temo non sia stato ben compreso da una larga fetta di cattolici democratici che non esistevano e non esistono partiti di ispirazione cristiana di dimensioni significative collocati a sinistra. Mentre ne esistono e anche di notevole peso, schierati al centro o centro/destra.

Quando qualche forza di ispirazione cristiana, anche per vicende storiche particolari, si è trovata nel lato sinistro dello scacchiere politico il suo destino è stato quello di atrofizzarsi e poi estinguersi. Di ridursi col tempo, nel migliore dei casi, ad una presenza tanto elitaria quanto insignificante sotto il profilo del consenso. Vedi il caso dell’MRP, la DC francese. Che nella patria del personalismo aveva goduto di ampi consensi nell’immediato dopoguerra e che aveva potuto annoverare tra le sue fila personaggi di indiscussa caratura come Robert Schuman.

La regola in politica, come in fisica, è che sono i corpi più piccoli ad acconciare la propria orbita attorno a quelli più grandi e non viceversa. Non si capisce perché il PD e le sue componenti dovrebbero sfuggire a questa logica, malgrado le posizioni di rilievo ricoperte nel corso degli anni da personalità provenienti dal mondo cattolico.

La trovata di Renzi, per tornare alla cronaca, mi sembra una idea volta principalmente a coprirsi a sinistra, realizzando una speranza di tutta la componente ex-socialista (ma in realtà sarebbe più corretto dire ex-comunista), che da sempre ha vissuto la nascita dell’Ulivo prima e del PD poi come una assimilazione delle restanti posizioni riformiste non marxiste e non socialdemocratiche.

E’ vero che esistono nel mondo grandi partiti progressisti non socialisti, dal Partito Democratico americano, al Partito del Congresso indiano. Ma non in Europa, dove in tutti i paesi, penso alla Germania, alla Francia, al Regno Unito o alla Spagna, la sinistra è saldamente presidiata da un partito socialista/socialdemocratico/laburista.

E’ vero che le cose possono anche cambiare, ma mi pare che le condizioni siano talmente distanti e talmente sfavorevoli rispetto ad un processo di tipo diverso da rendere assai improbabile uno scenario come quello che già nel 1998 si poteva intravedere, solo immaginando la sua traiettoria inerziale. C’è stato un periodo nel quale lo avevo pensato possibile, ma i fatti si sono incaricati di darmi torto.

Anche da cattolici democratici, un conto era fare la sinistra in un partito di centro cristianamente ispirato, un conto è fare l’ala destra di un partito progressista. La prima condizione può reggere con un consenso sostenibile nel tempo, la seconda, secondo tutti i casi storici finora registrati, pare proprio di no.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...