Auguri: buon Natale!

Domenicale Agostino Pietrasanta

natRiceviamo, un po’ tutti, diverse decine di auguri: alcuni espressi col “mezzo cartaceo”, ma prevalentemente, per posta elettronica; è la moda e la fretta, forse anche per “toglierci il pensiero”, senza eccessive perdite di tempo.

Colpisce però una cosa: coloro che ritengono di non condividere la fede nel Cristo, sia che lo facciano a titolo personale, sia che agiscano per conto di istituzioni varie, evitano scrupolosamente di ricordare il Natale: gli auguri li fanno per la prosperità futura, per le “sorti progressive” del nuovo anno.

Sarò sincero: per quanto sia formato alla e convinto della necessaria, coerente e schietta libertà religiosa, per quanto sia sostenitore del  “…diritto di onorare Dio, secondo il dettame della retta coscienza” (Pacem in terris, n. 6), questa indifferenza all’evento natalizio, mi lascia perplesso e amareggiato. In fondo, anche chi ritiene di non condividere la mia fede potrebbe riconoscere la centralità della figura di Cristo, almeno nella storia; dovrebbe ammettere che, nell’ipotesi minimale ci ha insegnato a non rubare, ci ha insegnato a ripudiare la guerra, ci ha prospettato la possibilità di una convivenza pacifica, non nella rassegnazione dei più deboli ed emarginati nei confronti della prepotenza del potere, ma nel riscatto dei più umili, ci ha insegnato a non trattare lo straniero come un animale carico di pidocchi da ripulire. E si tratta di un insegnamento di testimonianza oltreché di predicazione e di profezia. Ci ha persino insegnato a pagare le tasse, cosa di cui si è accorta anche l’autorità ecclesiastica che pure non lo aveva ritenuto a lungo tra i “principi non negoziabili”; lo ha insegnato dicendoci che anche Cesare ha i suoi diritti. Forse avrebbe calcato molto sui limiti di questi diritti, anche in rapporto all’esosità insostenibile dei doveri, non esclusa la insostenibilità dei livelli fiscali; ma qui finiremmo per abusare di un registro che non ci compete.

Per questo i miei auguri fatti ai moltissimi e carissimi amici che si dichiarano non credenti sono offerti con tanta cordialità: buon Natale, vi voglio bene!

Certo qualche esempio in più dovrebbero offrirlo anche i credenti contribuendo a costruire un’esperienza di Chiesa più spirituale, per quanto incarnata nella storia, dal momento che il Cristianesimo vive e s’incarna nella vicenda degli uomini.

Ed una Chiesa più spirituale troverebbe un aiuto sicuro nell’esempio dei suoi stessi Pastori; papa Francesco sta imponendosi anche su questo versante; ma c’è bisogno di un comportamento più generalizzato e c’è bisogno di un cambiamento che ridia credibilità.

E qui mi serve il rovesciamento della prospettiva; dal momento che c’è la sicura tranquillità sulla fede dei nostri pastori nell’augurarci il buon Natale, desidereremmo da loro anche un augurio per il nuovo anno: e prima di tutto, anche se non solo, l’augurio di lasciare finalmente liberi e responsabili i laici cristiani (Christifideles laici) in campo politico. Sono sicuro che impareranno anche dagli errori del passato, i quali dimostrano che la Chiesa non evita la fallibilità, quando la mette in politica: in fondo, hanno preferito Mussolini a don Sturzo, hanno preferito Gedda a De Gasperi, hanno preferito Berlusconi a Prodi e, benché a denti stretti, hanno riconosciuto le loro “difficoltà”. Intendiamoci nessun confronto tra Gedda e Berlusconi, si tratta solo di praticare il principio conciliare ed il magistero post/conciliare, fino a Paolo VI, sull’autonomia dei laici. Men che meno poi mi permetterei di accostare Berlusconi a Mussolini: anche i morti hanno diritto al loro “buon nome”, nonostante tutto, anche Mussolini.

Buon Natale amici miei; buon Natale e buon anno a chi condivide la mia fede, a chi ne condivide altre ed a chi ritiene di non condividerne alcuna.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...